0 articoli
€ 0,00

Sonda

Gabbie vuote

Gabbie vuote

La sfida dei diritti animali

Traduzione di Massimo Filippi e Alessandra Galbiati
BROSSURA - 344 pagine

€ 19,00

Momentaneamente non disponibile

Spedito solitamente in 4 giorni (più info)

Hai bisogno di aiuto?

Descrizione

Il più famoso aforisma del movimento animalista, espresso da Jeremy Bentham, recita: «La domanda non è: Possono ragionare? e neppure Possono parlare?, ma Possono soffrire?».Oggi le principali industrie di sfruttamento animale e i governi di tutto il mondo sostengono di trattare gli animali umanamente? Gabbie vuote sfata questo mito.

Le persone compassionevoli si indigneranno nel leggere delle sofferenze insensate che infliggiamo agli animali. La sfida lanciata dai diritti animali è molto semplice e, al tempo stesso, rivoluzionaria: trattare gli animali con lo stesso rispetto con cui ognuno di noi vorrebbe essere trattato.

Gabbie vuote demolisce l'immagine negativa che i media danno dei difensori dei diritti animali, smaschera la retorica disonesta del trattamento umano? Sostenuta da chi sfrutta gli animali nei più svariati contesti e spiega come la legislazione attualmente vigente sia disegnata per favorire la crudeltà  istituzionalizzata.
Con uno stile semplice e allo stesso tempo elegante, Tom Regan, il più importante portavoce filosofico del movimento per i diritti animali, propone uno scioccante libro-denuncia degli abusi subiti dagli animali, offrendo così un contributo fondamentale e duraturo, che ha modificato profondamente la sensibilità  e la cultura occidentale verso gli animali.

Con una Prefazione di Jeffrey Moussaieff Masson e una Postfazione di Barbara De Mori che ricostruisce il profilo filosofico di Tom Regan.

Dettagli prodotto

Isbn: 978 88 7106 559 5
Pagine: 344
Anno pubblicazione: 2009, 2015
Collana: Saggi
Formato: cm 13x21 con alette
Rilegatura: Brossura
Traduttore: Massimo Filippi e Alessandra Galbiati

Tags: Animali, Empatia, Etico, Etologia, Liberazione animale, Sfruttamento, Sofferenza, Vegan, Violenza, Vivisezione,

Commenti

0 commenti - accedi o registrati per commentare