0 articoli
€ 0,00

Sonda

Chahrazad non è marocchina

Chahrazad non è marocchina

Traduzione di Sandra Scagliotti
BROSSURA - 192 pagine

€ 10,00

Disponibile

Spedito solitamente in 4 giorni (più info)

Hai bisogno di aiuto?

Descrizione

Con un linguaggio in cui il rigore si confonde talvolta con l’impertinenza, da molti anni Fatima Mernissi, guida i suoi lettori verso al ricostruzione di una memoria storica e politica, una memoria musulmana che suggelli un’interpretazione non solamente soggettiva della tradizione e sia in netta antitesi con l’affermazione, pressoché costante, della rigida divisione fra mondo delle donne e mondo degli uomini nell’Islam.
In questo libro l’autrice oltre a solerci una condizione femminile spesso occultata dà finalmente voce ad un universo di donne cui la parola e l’espressione sono state sottratte e al tempo stesso mostra la via verso un’autentica emancipazione.

Dettagli prodotto

Isbn: 978 88 7106 075-X
Pagine: 192
Anno pubblicazione: 1993
Collana: Dal sud del mondo
Formato: 11,5 x 19,5 cm
Rilegatura: Brossura
Traduttore: Sandra Scagliotti

Lo sapevi che...?

La femminilità orientale viene portata alla luce attraverso la potente figura letteraria di Shahrazad: capace di salvare se stessa ed il suo popolo dalla violenza omicida del re Shahryar attraverso l’intelligenza e l’uso strategico della parola, diviene in Islam eroina politica ed emblema di libertà.
Per lei il diritto alla parola è diritto alla vita, il racconto uno strumento di sopravvivenza. Ma non è l’unica. 

L’accesso delle donne al sapere è per l’autrice il primo passo da compiersi in vista di un loro ingresso nello spazio pubblico, finora negato attraverso una condanna all’invisibilità che ieri avveniva con l’istituzione dell’harem, oggi si perpetra con l’imposizione dell’hijab (il velo).

La battaglia si combatte sul terreno della scrittura: nonostante la censura, la produzione letteraria del mondo arabo femminile è variegata e diviene strumento di lotta politica. 
Il grido delle donne giunge da ogni parte, i loro corpi svelati si fanno accecanti come una luce nell’oscurità. E’ l’esercito delle nuove Shahrazad.

Tags: Diritti, Donna, Intolleranza, Politica, Religione, Società, Testimonianza

Commenti

0 commenti - accedi o registrati per commentare